Scout Castelmaggiore 1

La Storia delle carte di clan

Il 2017 è stato un anno molto prolifico per il Clan Araba Fenice, un anno indubbiamente faticoso nel quale il Clan si è dato nuove regole e nuovi obiettivi producendo un piccolo capolavoro chiamato Carta di Clan.

Cosa è la carta di Clan?

La carta di clan è un documento che sancisce le regole della comunità del Clan, è un documento scritto e firmato dai ragazzi che si prendono l’impegno di vivere la loro vita seguendo quelle regole e cercando tutti insieme di raggiungere gli obiettivi descritti in essa.

Non è carta morta ma è una dichiarazione di indipendenza e di responsabilità che viene aggiornata in seguito a importanti scoperte o decisioni prese dal Clan.

Sancisce i sogni, gli obiettivi le aspirazioni del Clan e ne descrive con semplicità come realizzarli e come vivere la vita al meglio in comunità.

Ha una valenza di 4-5 anni in base alla permanenza dei ragazzi nel Clan e alla sua concreta vicinanza al sentire del gruppo.

Scarica la Carta di clan: Carta di Clan

Quest anno la carta di clan ha parole forti e significative che vogliono risuonare nel cuore dei ragazzi e aiutarli a prendere decisioni importanti per la loro vita.

 

Word Cloud

 

Come si scrive una carta di Clan?

Spesso per scrivere la carta di Clan si ricorre al metodo proposto da don Milani per la scrittura collettiva che permise ai suoi studenti di comporre la famosa “Lettera a una professoressa”.

Noi dunque si fa così:
Per prima cosa ognuno tiene in tasca un notes. Ogni volta che gli viene un’idea ne prende appunto. Ogni idea su un foglietto separato e scritto da una parte sola.
Un giorno si mettono insieme tutti i foglietti su un grande tavolo. Si passano a uno a uno per scartare i doppioni. Poi si riuniscono i foglietti imparentati in grandi monti e son capitoli. Ogni capitolo si divide in monticini e son paragrafi.
Ora si prova a dare un nome a ogni paragrafo. Se non si riesce vuol dire che non contiene nulla o che contiene troppe cose. Qualche paragrafo sparisce. Qualcuno diventa due.
Coi nomi dei paragrafi si discute l’ordine logico finché nasce uno schema. Con lo schema si riordinano i monticini.
Si prende il primo monticino, si stendono sul tavolo i suoi foglietti e se ne trova l’ordine. Ora si butta giù il testo come viene viene.
Si ciclostila per averlo davanti tutti eguale. Poi forbici, colla e matite colorate. Si butta tutto all’aria. Si aggiungono foglietti nuovi. Si ciclostila un’altra volta.
Comincia la gara a chi scopre parole da levare, aggettivi di troppo, ripetizioni, bugie, parole difficili, frasi troppo lunghe, due concetti in una frase sola.
Si chiama un estraneo dopo l’altro. Si bada che non siano stati troppo a scuola. Gli si fa leggere a alta voce. Si guarda se hanno inteso quello che volevamo dire.
Si accettano i loro consigli purché siano per la chiarezza. Si rifiutano i consigli di prudenza.
Dopo che s’è fatta tutta questa fatica, seguendo regole che valgono per tutti, si trova sempre l’intellettuale cretino che sentenzia: ‘Questa lettera ha uno stile personalissimo’.

[Don Milani]

Ovviamente non è l’unico modo ma molto spesso ci si è avvalsi di questa tecnica per produrre questo tipo di documento.

 

Storia

Non è però stata la prima volta che questo Clan si è dato delle regole, vogliamo perciò presentarvi la storia delle carte di Clan che siamo riusciti a recuperare.

Carta di Clan 1981

Carta di Clan 2010

Carta di Clan 2014

Carta di Clan 2017

Avete altre carte di Clan del nostro gruppo?

Mandatecele clan.araba.fenice@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *